inizio               chi               cosa               fotografie               pubblicazioni               contatti               altri siti


il cementificio di castellavazzo sorse nel 1912 per opera della ditta colombo, la quale fallì nel 1943 causa la scarsa qualità del cemento prodotto

venne quindi rilevato dalla ditta marchino che lo ristrutturò e ne fece un moderno cementificio industriale

negli anni ’50 il cementificio conobbe il suo massimo sviluppo grazie al sistema di dighe che si andava costruendo nella valle e che era una fonte certa di lavoro

in quel periodo gli impiegati erano 250 e la produzione arrivò a superare i 6000 quintali al giorno

nel 1963 il disastro della diga del vajont devastò l’intera valle uccidendo 2000 persone

gli impianti vennero seriamente danneggiati dall’onda di riflusso e terminò definitivamente la richiesta di cemento per le dighe

terminato quel fiorente mercato vennero alla luce le debolezze della fabbrica dovute principalmente alla struttura a blocchi che, mancando grandi spazi interni, impediva di sostituire i forni verticali mannstaedt con più performanti forni orizzontali

nel 1978 il cementificio venne definitivamente chiuso